Settima nonConferenza nazionale di coworking e lavoro

23/24 novembre

Officine On/Off

Parma | 2018


#EC18

coworking

La testimonianza di Giandomenico Giuliani di Cofondatore di B-smart center e di Ronnie Garattoni 

Di Warehouse coworking ci fa dire di si.

 

Ecco in estrema sintesi, i loro interventi.

 

Giandomenico Giuliani
Cofondatore di B-smart


Il risultato dei tavoli di lavoro su un possibile design della filiera degli spazi di coworking, come già sapete, ha portato nuove idee e spunti da cui partire.

 

Eccone la sintesi.

Tavolo A

La domanda è: fare rete o fare filiera? No, perché non è semplice fare rete. L’unica rete individuata come comune denominatore è che interessa a tutti trovare partner anche sul territorio nazionale o internazionale. Come la co-ordino questa rete? Chi è il lead partner di questa rete?

 

Tavolo B

Luigi Corvo

Modello di impresa tradizionale, massimizzazione del profitto tra valore dell’output e input.

Impresa sociale, massimizzazione dell’aspetto sociale sotto un vincolo di impresa economica.

Un panel di eccezione moderato dal giornalista Stefano Arduini di vita.it volto ad indagare, attraverso esperienze, competenze e ricerche sia qualitative che quantitative come avviene e può avvenire una riorganizzazione del lavoro mantenendo una forte attenzione, imprescindibile, alla sostenibilità economica e sociale.

 

Paolo Campagnano, co-fondatore di Hub Rovereto, racconta  l’esperienza di CoopUp, nata all’interno di confcooperative, ovvero uno dei consorzi più grandi presenti in Italia, conta infatti oltre 20 mila imprese sul territorio.

 

“Siamo in questo spazio da sabato scorso, per la collaborative week, la settimana della collaborazione” inizia così l’accoglienza di Mico Rao co-organizzatore della conferenza nazionale del coworking.

 

L’incontro annuale degli esperti, appassionati e interessati al tema della collaborazione applicata al lavoro, del coworking, si ritrova qui oggi a Base Milano

L' economia collaborativa rappresenta la soluzione contro la depressione? Così intitolava un articolo del Sole 24 Ore in data 13 dicembre 2013, prendendo spunto da una riflessione del Premio Nobel Paul Krugman che, nel presagire un fosco futuro per le economie dei paesi occidentali, concludeva il suo post con una domanda nient'affatto banale: la crescita economica è una candela che si sta spegnendo?

 

Data e luogo svolgimento: 5 novembre 2015 alle ore 18.30, presso lab121, Via Verona 17, Alessandria

 

Descrizione CoworkingOFF –  Formazione, Coworking e Makerspace  

 

La professione del futuro: il Community Manager
Come i centri di coworking possono fornire le competenze per costruire nuove professionalità legate al mondo dell'economia collaborativa.

 

Caro coworker, ti ringraziamo tantissimo per la tua preziosa partecipazione alla presente indagine, realizzata da docenti dell’Università di Ferrara, in collaborazione con Espresso Coworking.

Lo studio nasce dalla considerazione che il coworking sia un setting speciale per analizzare tendenze più generali nell’organizzazione di lavoro, processi e risorse umane, nell’ottica dello sharing e della felicità. 

Citare Raymond Carver per parlare di coworking fa un certo effetto, eppure l'idea cardine dei diciassette racconti del grande scrittore americano, che cioè di certe cose che  esistono (e contano) si possa pensare e parlare anche se non si sa esattamente di cosa si parla, calza perfettamente anche al coworking (così come a un tema assai più evocativo e sfuggente come l'amore).

 

Iscriviti a RSS - coworking

Grazie

Organizzazione
Partner tecnici